LA MEDUSA – Storia e morte di emigranti.

Raccontare il dolore è il motivo dominante della drammaturgia dell’autrice Maria Sole Limodio: è un bisogno interiore, urgente e irrefrenabile nel suo modo di esprimere l’arte del teatro, del suo teatro.

Una rappresentazione intrisa della sua stessa sofferenza interiore che nasce spontanea come una sorgente diventando, nel prosieguo del dramma “LA MEDUSA”, racconto sull’ umanità negata, fiume in piena tumultuoso e chiarificatore.

E’ la storia di un naufrago che affronta il viaggio della speranza su una barca di carta in un mare che lui sente come possibilità di gioia e di libertà. 

Diventerà alla fine la sua tomba: di lui resterà sul canotto solamente una penna e una lettera che non sarà mai spedita.

L’autrice, che riveste anche il ruolo di attrice, simboleggia nel finale l’orrore senza soluzione, distribuendo alla platea barchette di carta: la sua aria svanita e inebetita trasforma il dolore in un non sentire.

Lei stessa diventa così un involucro, al modo di una marionetta.
Le marionette, si sa, non hanno soluzioni.

                                                  

 MARIO LIMODIO

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attività

La Settimana di Officina delle idee.

sett

1 Commento

di | 6 ottobre 2013 · 16:12

Presentazione ”Resistenze” di Annunziata Gargano – venerdì 20/09 19.30

Gargano

Lascia un commento

di | 16 settembre 2013 · 10:06

Torna “Click@ngri” – Domenica 29 settembre

click

Dopo il successo della scorsa edizione anche quest’anno ritorna Click@ngri, il concorso fotografico è ormai arrivato alla sua 5° edizione.

Promosso dalla Associazione Culturale “OFFICINA DELLE IDEE”, con l’ausilio della AFPA “Associazione Fotografi Professionisti di Angri”, con la collaborazione della PanacèA “Associazione per la Salvaguardia e Tutela del Patrimonio Artistico e Culturale del Territorio”, con il supporto della Confesercenti di Angri e dell’Associazione Angri nel 2000, questa edizione è stata arricchita di nuove iniziative come una mostra fotografica personale sul tema di quest’anno e di una sezione nazionale. Gli organizzatori del concorso, (il Maestro Ernesto TERLIZZI, il Prof. Pasquale PANNONE, il Graphic Design Peppe RISPOLI e il fotografo Paolo NOVI) hanno scelto come tema “I Muri di Angri” (Tra degrado e Bellezza) mentre per la sezione nazionale “I Muri del Mondo” (Tra degrado e Bellezza).

Nei secoli i muri di una città hanno sempre raccontato la storia, la cultura e le tradizioni di un popolo.  I muri parlano e ci raccontano con la loro bellezza, ma anche con il loro degrado, il cambiamento di una città e la sua evoluzione. Come uno specchio ne riflettono l’anima. Brandelli di muri oltraggiati dal tempo e dall’incuria umana ma, anche abbelliti ed esaltati da superfici tattili di grande valore percettivo. O ancora suggestivi spazi a cielo aperto da cui emergono spontanei graffiti esistenziali densi di vissuto. Muri lasciati vuoti e semplicemente liberi, muri che fanno pensare o solo sognare…

La data del concorso è il 29 settembre 2013 essendo una estemporanea come da consuetudine si svolge nella mattinata della domenica. Mentre il termine ultimo per la consegna dei file della sezione Nazionale, unicamente tramite mail, è il 13 ottobre 2013 (il tutto può essere inviato tramite mail ai seguenti indirizzi clikangri@hotmail.it oppure clickangri@gmail.com).

Modalità, regolamento   e schede di adesioni , ” MODULO D’ISCRIZIONE 2013 Sez. N. 1 I MURI DI ANGRI” e “MODULO D’ISCRIZIONE 2013 Sez. N. 2 I MURI DEL MONDO“,  si possono trovare sul sito dell’associazioni promotrici, ed è stato creato un evento su facebook  Concorso fotografico  “CLICK@NGRI 2013 – I MURI “Tra Degrado e Bellezza

Per info +39 335 148 11 39

Lascia un commento

Archiviato in Attività

Con Papa Francesco per la pace in Siria

papafrancesco_interna-nuova

La giornata di digiuno indetta dal pontefice come appello contro il rischio guerra sta avendo l’effetto sperato: unire personalità e persone comuni di tutte le fedi e di ogni cultura. La Officina delle Idee aderisce all’appello di Papa Francesco per la pace in Siria.

1 Commento

Archiviato in Attività

Rasseggna teatrale ”OffScena”

Teatro loc. FB

Lascia un commento

di | 21 giugno 2013 · 17:47

”Relazioni Pericolose” incontro sulle relazioni e sulle sue devianze – Sabato 22 giugno 18.30

466_10200820853755906_581395553_n

1 Commento

di | 21 giugno 2013 · 14:24

Maxi raccolta di solidarietà (Cellullari e occhiali usati) – Sabato 15 e domenica 16 in piazza Doria

raccolta

Porta i tuoi occhiali usati: verranno mandati all’associazione Lions che li manderà a chi ne ha bisogno!
Porta anche i tuoi cellulari usati (anche rotti): verranno mandati all’associazione Magis che li utilizzerà per finanziare la costruzione di cucine solari in Ciad!
Libera la tua casa dalle cose che non ti servono più: farai più spazio per te darai più spazio a chi ogni giorno lavora per rendere questo mondo migliore!

 

Lascia un commento

Archiviato in Attività

“SALERNO CHE SCRIVE”, AUTORI A CONFRONTO – giovedì 13 giugno alle 19.30

9785_10200783671666377_1792803777_n

Giovedì 13 giugno alle ore 19,30 in c.so Italia 18 ad Angri, curato dall’associazione culturale “Officina delle Idee” si terrà la serata “Salerno che scrive”, dedicata a due scrittori salernitani: Rocco Papa, autore del romanzo “I giorni del male” e Paolo D’Amato, autore del giallo ambientato a Salerno “Settimo”. Ogni autore si cimenterà nella presentazione del libro del collega scrittore ed entrambi poi risponderanno alla raffica di domande del giornalista Roberto D’Agostino che modererà la serata.

Paolo D’amato è nato a Salerno, città dove vive e lavora nell’ufficio legale di una banca. Nel 2008 ha esordito con il suo primo romanzo dal titolo “TEMPO”, edito da Cicorivolta (vincitore del concorso nazionale Tammorra d’argento per la sezione narrativa e finalista al Premio Editoria Indipendente di Qualità, curato da Arcilettore). Nel 2010, ancora da Cicorivolta, ha pubblicato “Via delle Tofane e altre cronache”, una raccolta di racconti sempre in chiave noir.

Rocco Papa è nato nel 1970 a Salerno, dove vive e lavora come giornalista. Ha pubblicato “Il Sangue dei Primi” (Ennepilibri 2006, romanzo vincitore del Premio Il Giallo della Campania). Nel 2009, il racconto il “Caffè di Emma”, è stato inserito nell’antologia Cose a parole (Giulio Perrone Editore).

Lascia un commento

Archiviato in Attività

Metamorfosi – Mostra d’arte contemporanea – 8 & 9 Giugno dalle ore 17.00

Metamorfosi 2

Lascia un commento

di | 8 giugno 2013 · 12:22